TrendAndTrading.it
Image default

PF : Analisi Forex del 1 ottobre 2018

Forex. La settimana ripartirà con l’impatto delle ultime notizie italiane, riguardo le manovre in riferimento alla riforma per lo sviluppo economico del Paese, sulle borse nostrane ed europee……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter giornaliera  gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Seppur Wall Steet Journal, per mano del suo giornalista Jon Sindreu, riporta che l’ennesimo picco di spread non dovrebbe preoccupare gli europei a patto di una solidità verso l’unione.

Con le borse italiane che chiudono in forte ribasso, anche il principale indice europeo non è da meno:

il Dax crolla sospinto anche dai contrasti polito-economici tra gli Stati Uniti e l’est del mondo.

Tra Pechino e Trump sembra non esserci punto d’incontro e questo inasprirsi dei rapporti commerciali grava anche sui costi per l’Europa.

Diversamente da quanto vorrebbe il Presidente a stelle e strisce, la FeD ha nuovamente alzato i tassi per raccogliere i frutti di una solida economia statunitense.

Intanto, per tutta risposta, il biglietto verde vola a quota 113.70 nei confronti dello Yen, fortificando il trend in atto.

Nel grafico dei Euro – Dollaro vediamo bene la situazione stazionaria tra le due divise che sottolineando la attuale fase negativa della moneta unica, sul lungo periodo non si delinea nessuna direzionalità.

Tutti gli principali cambi sono ancora pendenti verso rialzi del Dollaro Americano.

L’oro si sta avvicinando ai minimi di metà agosto seppur ha recuperato in fase di chiusura di venerdì. Il Dollaro Americano invece rimane invariato e probabilmente assisteremo ad una settimana positiva per quest’ultimo.

Ad appoggiare uno scenario più portato ad investimenti maggiormente redditizi, vi è anche l’andamento del petrolio che schizza a quota 73.50 dollari al barile; trovandosi ora in area di resistenze importanti.

Andiamo a vedere i grafici più significativi per concludere il contesto.

GBP/USD weekly

Dopo aver toccato la resistenza in zona 1.3300, la settimana della Sterlina ha chiuso con un nuovo minimo, superando il supporto di breve a 1.3050. aspettiamoci dunque trend a ribasso su time frame inferiori.

Dal lato news macroeconomiche, la settimana aprirà con rilasci di notizie significativa in area Giappone.

Il calendario di inizio ottobre si mostra molto carico di notizie rilevanti su l’economia di molti stati per cui è probabile prevedere dei movimenti rilevanti nei mercati.

Per concludere con venerdì 5 all’apertura dei mercati americani, il rilascio dei Non Farm Payrolls.

Panoramica mercato Forex

AUD/USD daily

Prosegue il trend ribassista dopo la perfetta corrispondenza dei punti tecnici osservati la scorsa settimana. Il prezzo ha indicato chiaramente nella giornata di mercoledì come il setup short fosse evidente.

Una situazione adatta alla tecnica Long Term che i nostri corsisti ben conoscono.

Il prezzo che derivava da una tendenza ha generato un pattern candlestick di inversione sull’incrocio di resistenze statiche e dinamiche, per indicare la ripartenza del trend principale.

GBP/USD H4

Gli sviluppi da attendere saranno la rottura della trend line long che vada così a confermare la ripartenza a ribasso dopo la rottura del supporto 1.3050, per poi posizionarci alla ricerca di significative occasioni di vendita.

EUR/JPY daily

In settimana stavamo già seguendo questo cambio all’interno del Servizio Analisi, portando in evidenza la violazione della resistenza dinamica con la conseguente formazione di due onde a rialzo.

La situazione macro “gioca” a favore dell’Euro e poniamo attenzione alle regole tecniche per posizionare ordini di acquisto su questo cambio.

Buon inizio settimana e buon trading!

Alessandro Vitali

Fonte: Trendandtrading.it- ProfessioneForex

Articoli Simili

Analisi dei principali Cross Valutari : EUR/USD Sorveglianza 1,1400

Administrator

Benetazzo: Le balene del bitcoin

Administrator

Analisi dei principali Cross Valutari : EUR/USD Target 1,1370

Administrator