TrendAndTrading.it
Image default

Prezzo dell’oro in ribasso nonostante la debolezza del USD

Il prezzo dell’oro è crollato lunedì mattina, ritirandosi fino a quasi il minimo delle ultime 5 settimane toccato venerdì, dopo aver toccato i $1336 all’oncia durante la sessione asiatica nonostante i dealer del mercato ufficiale riportassero difficoltà e lentezza nelle transazioni……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Analisi a cura di BullionVault


L’ex Segretario al Tesoro degli Stati Uniti Larry Summers la scorsa notte ha dichiarato di non dover essere considerato per il ruolo di presidente della Federal Reserve, lasciando l’attuale vice presidente, notoriamente in favore di tassi di interessi bassi, Janet Yellen, come il probabile successore di Ben Bernanke per il prossimo febbraio.
I mercati azionari in tutto il mondo sono andati in rialzo oggi, mentre il Dollaro ha perso mezzo centesimo contro l’Euro ed è sprofondato al minimo di 8 mesi contro la sterlina.
“Avevamo pensato” considera Steven Barrow, chief FX strategist di Standard Bank, “che i rischi politici in Siria e la nomina del nuovo presidente dalla Fed avrebbero spostato l’inizio del rallentamento di acquisto di bond a dicembre, non settembre.”
“Ma ora che tali rischi sembrano superati, sembra probabile che la Fed procederà con il tapering già da questa settimana.”
“Viste le conseguenze per il prezzo dell’oro di quanto accaduto la scorsa settimana” si legge in una nota di Morgan Stanley, “soltanto un rallentamento completo del tapering potrebbe portare l’oro al picco raggiunto a fine agosto.”
Nuovi dati divulgati venerdì hanno indicato che i trader speculativi in future e opzioni hanno ridotto la posizione net long al passo più veloce dal momento del crollo del prezzo di giugno.
Perdendo il 14% rispetto alla settimana precedente, la posizione net long dei player non industriali misurata come la differenza tra contratti long e short, è scesa a 381 tonnellate lo scorso martedì.
Si tratta della posizione più ridotta da metà agosto, ma comunque ancora quasi il triplo rispetto il minimo di 14 anni toccato ad inizio luglio.
“Gli investitori sembra che abbandonino le posizioni long nel prezzo dell’oro, in anticipazione di un possibile crollo dopo il meeting della Federal Reserve” ha dichiarato Jonathan Butler della giapponese Mitsubishi Corporation.
“Eppure sembrano esserci poche nuove posizioni short, cosa che sembra suggerire che gli investitori sembrano poco convinti del potenziale di un possibile ribasso rispetto al livello attuale.”
Commentando il rally di venerdì sera dei prezzi del’oro, gli analisti di Commerzbank oggi scrivono che “è possibile sia scaturito inizialmente dalla chiusura di posizioni short appena prima del fine settimana.”
“Il cambiamento della politica monetaria negli Stati Uniti” si legge nel report settimanale di Heraeus, “continuerà a pesare sul prezzo dell’oro durante tutto il prossimo anno.”
Anche i prezzi dell’argento sono crollati lunedì mattina, toccando i $21,74 all’oncia e avvicinandosi quindi al minimo mensile toccato venerdì.

 

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Petrolio : Pivot point 56,50

Administrator

Oro e Argento : ORO ($) La tendenza resta al rialzo

Administrator

Oro e Argento : ORO ($) Posizioni lunghe sopra 1211,00

Administrator