TrendAndTrading.it

Titolo: Eni, calo dell’utile non scompone il mercato

PENNA

Una pausa prima di crescere ancora
Eni ha tirato il freno nei primi tre mesi dell’anno. L’utile netto risulta diminuito del 41% a 1,43 miliardi di euro in scia al rallentamento della produzione di idrocarburi, ad aliquote fi  scali maggiorate e alla debolezza del mercato europeo….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


del gas. In particolare la produzione è calata del 4,9% a 1,6 milioni di barili al giorno a causa di problemi in Nigeria, Libia e Regno Unito. Nonostante il rallentamento nel primo trimestre, gli analisti hanno ribadito la loro visione positiva sul colosso petrolifero e l’Ad Paolo Scaroni ha confermato gli obiettivi di crescita e redditività per l’intero 2013. Il Cane a sei zampe punta infatti ad una crescita superiore al 4% medio annuo della produzione di idrocarburi al 2016, supportata dalle buone prospettive della divisione “Exploration & Production” che benefi  cia degli importanti successi esplorativi ottenuti negli ultimi anni. Nel periodo 2013-2016 Eni ha in programma investimenti per 56,8 miliardi di euro e oltre 10 miliardi di dismissioni, comprese quelle di Galp e Snam. Il gruppo di San Donato Milanese, inoltre, ha di recente ceduto il 20% del maxi giacimento del Mozambico ai cinesi di Cnpc incassando 4,2 miliardi di dollari.

Titolo tonico, analisti apprezzano la strategia di Scaroni.
A Piazza Affari Eni ha guadagnato oltre 12 punti percentuali nell’ultimo anno e ad inizio maggio ha riconquistato la soglia dei 18 euro. Il mercato ha apprezzato la strategia di Scaroni di trasformare Eni in una vera e propria “oil company” e pochi giorni fa il gruppo ha concluso il collocamento dell’11,69% di Snam per 1,45 miliardi di euro. Fitch ha sottolineato il miglioramento della posizione fi  nanziaria di Eni in scia alla dimissione della società che controlla la rete gas nazionale, i cui proventi saranno soprattutto utilizzati per supportare la strategia di sviluppo del business upstream.

 

Fonte: The Royal Bank of Scotland plc . Rappresentante autorizzato di The Royal Bank of Scotland N.V. in alcune giurisdizioni.

 

Articoli Simili

Corn weekly: nuovo segnale dopo il raggiungimento del target

Administrator

Amazon – abbassata la resistenza, prezzi in avvicinamento al target

Administrator

Amazon – scenario invariato dalla scorsa settimana

Administrator