TrendAndTrading.it

Rischi per il rand sudafricano

sudafrica rand sudafricano

SwiisQuote: Il rand sudafricano rimane soggetto a forti pressioni perché gli investitori sono preoccupati. Oggi l’annuncio sul bilancio preventivo sarà monitorato con attenzione. ….

By Vincent Mivelaz – SwissQuote


Delle tre principali agenzie di rating, solo Moody’s mantiene il livello “investment” per il debito pubblico.

Sia S&P che Fitch lo hanno declassato a spazzatura nel 2018, sulla scia delle turbolenze politiche e del deludente rapporto di medio periodo sul budget del 2017.

Tuttavia, la ristrutturazione del dipartimento dell’Energia, indebitato, potrebbe essere d’aiuto, se saranno presentate delle soluzioni costruttive.

L’esito delle elezioni politiche dell’8 maggio rimane un grande interrogativo.

Il presidente Cyril Ramaphosa non ha quasi avuto il tempo di lasciare il segno e può contare solo su un esile supporto in parlamento e all’interno del partito ANC (Congresso Nazionale Africano).

Secondo la banca centrale sudafricana (South African Reserve Bank, SARB), non sono probabili tagli del tasso.

Dopo il primo rialzo da più di due anni nel novembre del 2018, la SARB non è pronta a restringere ulteriormente la sua politica.

Si stima che l’economia sia cresciuta meno dell’1% nel 2018 (previsione: 0,70%), mentre le cifre sull’inflazione annua, che a gennaio si è attestata al 4% (precedente: 4,30%) e ai minimi da 11 mesi, suggeriscono una moderazione dovuta all’indebolimento dei prezzi del petrolio e al rafforzamento del rand.

Sono in aumento i rischi di un brusco calo dei consumi privati, nonché di un indebolimento del sentiment economico.

Propendiamo per andare lunghi sull’USD/ZAR. Al momento a quota 14,1020, nel breve termine la coppia USD/ZAR si dirigerà verso 14,1450.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

GBP sull’ottovolante ribassista

Administrator

Forex attesa sui mercati

Administrator

RBA: i dati avvalorano un taglio del tasso a dicembre

Administrator