TrendAndTrading.it

Rupia indiana sotto pressione

india ripia indiana

Rupia indiana sotto pressione in vista del secondo taglio del tasso e delle elezioni politiche. Le elezioni politiche, il rallentamento dell’inflazione e della crescita, sommati alla vulnerabilità delle economie dei mercati emergenti,…….

By Vincent Mivelaz – SwissQuote


rimangono i fattori principali per il secondo calo consecutivo del tasso d’interesse della banca centrale indiana (Reserve Bank of India, RBI).

La rupia indiana (INR) dovrebbe però rimanere sotto pressione perché sembra plausibile un terzo taglio a giugno.

Infatti, anche se il deficit di bilancio indiano per l’anno fiscale 2018/2019 terminato il 31 marzo 2019 ha centrato l’obiettivo del 3,4% grazie a tagli della spesa e nonostante un deficit nel gettito fiscale pari a mille miliardi di rupie ($14,44 miliardi) rispetto all’obiettivo, l’economia indiana deve affrontare altre difficoltà.

L’inflazione primaria è salita (2,86%) a febbraio, ma rimane sotto l’obiettivo di lungo termine pari al 4%, mentre l’indicatore reale è sceso al 5,02% (precedente: 5,29%).

La crescita del PIL indiano nell’ultimo trimestre del 2018 ha fatto registrare il ritmo più lento da cinque trimestri (PIL a/a 2018: 7,20%).

Bisognerà quindi vedere se il partito Bharatiya Janata del primo ministro Narendra Modi vincerà davvero le elezioni politiche che si concluderanno il 19 maggio 2019 e se l’attuale obiettivo per il deficit di bilancio potrà essere raggiunto nonostante le promesse elettorali.

Per ora la coppia USD/TRY dovrebbe salire ancora, perché permangono incertezze sulla terza maggiore economia asiatica. Nel breve termine si dirige verso 69,38.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

JPY su in vista del taglio del tasso della Fed

Administrator

BCE. Tutti gli occhi puntati su Draghi

Administrator

FED attenzione puntata

Administrator