TrendAndTrading.it
Image default

Saipem: Scenario, quello di medio termine, che si presenta fortemente negativo

TREND DI BREVE: NEUTRALE
Interessante dal punto di vista tecnico la situazione di breve periodo. Dopo l’annuncio di giugno, da parte della società, riguardante considerevoli perdite per l’esercizio in corso,…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


ed il conseguente gap down di oltre 5 euro, il titolo ha ritracciato trovando la resistenza statica a quota 17. Successivamente i corsi hanno visto il configurarsi di una figura triangolare ascendente, delimitata dal supporto dinamico attualmente transitante in area 16.5 euro, e dalla citata resistenza. I minimi crescenti ed il progressivo restringimento del range di variazione giornaliera dei prezzi, potrebbero indicare che la forza dei compratori sta gradualmente aumentando, portando al completamento della figura con la violazione del cateto superiore. In tale contesto il primo target rilevante sarebbero i minimi pre-gap in area 20 euro. Tuttavia le ultime notizie relative all’apertura di un indagine da parte della procura di Milano per i reati di aggiotaggio ed insider trading contro ignoti, potrebbero far perdere fiducia degli investitori; in questo caso sarebbe da monitorare il supporto in area 16 euro.

TREND DI MEDIO: NEGATIVO
Scenario, quello di medio termine, che si presenta fortemente negativo per Saipem. Osservando il grafico dell’ultimo anno è facilmente individuabile la trendline discendente che ha fatto da resistenza dinamica alle negoziazioni; con esattezza, quella che parte dal massimo storico a quota 40 euro per azione di settembre 2012, ed attualmente transitante in area 17 euro. Dopo i due profit warning, quello di gennaio 2013 e l’ultimo di giugno, i corsi hanno perso circa 7 miliardi di capitalizzazione, cedendo più del 50% del proprio valore. L’ultimo ritracciamento dai minimi di fine giugno a livello dei 12.3 euro, più che comprensibile dato il forte livello di ipervenduto degli oscillatori, non è bastato per modificare il trend ribassista di fondo. Solo la violazione della resistenza statica a quota 25 euro potrebbe mutare lo scenario di medio in neutrale.

Fonte: RBS

Articoli Simili

Trading di brevissimo: Stm e Tenaris

Administrator

Fca: accordo per la vendita di Magneti Marelli

Administrator

Banche italiane: cosa succede al settore core di Piazza Affari

Administrator