TrendAndTrading.it

Societe Generale: sul SeDeX 378 nuovi Covered Warrant su azioni, indici e cambio eur/usd

Mannocchi Costanza Societe Generale ETP

Societe Generale ha aggiornato la propria gamma di Covered Warrant con una nuova emissione che comprende 378 strumenti, Call e Put, con nuovi sottostanti (Facebook, Netflix, Azimut), nuove scadenze e nuovi strike……

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Costanza Mannocchi, Head of Exchange Traded Products in Italia di Societe Generale


I prodotti permettono di prendere posizione sui principali titoli azionari del momento italiani e stranieri, l’indice FTSE MIB e i principali indici esteri (DAX, Euro STOXX 50, Nasdaq-100 e S&P 500) e il tasso di cambio EUR/USD.

SG porta così a circa 1.400 il numero dei Covered Warrant presenti sul SeDex e rafforza ulteriormente la propria presenza su tale mercato. In particolare, i nuovi Covered Warrant comprendono:

    296 nuovi CW su azioni italiane e straniere: Amazon, Apple, Atlantia, Azimut, Banco BPM, CNH Industrial, Deutsche Bank, Enel, Eni, Exor, Facebook, Ferrari, FCA, Generali, Intesa Sanpaolo, Leonardo, Mediobanca, Netflix, Prysmian, Saipem, Snam, STMicroelectronics, Telecom Italia, Tenaris, Tesla, Ubi e Unicredit

    63 nuovi CW su indici azionari: FTSE MIB, DAX, Euro STOXX 50, Nasdaq-100 e S&P 500,

    19 nuovi CW sul tasso di cambio EUR/USD

Questi Covered Warrants sono strumenti complessi, altamente speculativi, e non sono a capitale garantito a scadenza. Presuppongono un approccio di breve termine ed espongono l’investitore al rischio di perdita totale del capitale investito; necessitano pertanto di una buona conoscenza del loro funzionamento.

I CW sono opzioni cartolarizzate emesse da SG Issuer e garantite da Societe Generale (rating: S&P A; Moody’s A1; Fitch A).

Questi strumenti sono soggetti alle disposizioni della Direttiva 2014/59/UE in materia di risanamento e risoluzione degli enti creditizi, a seguito della cui applicazione l’investitore potrebbe incorrere in una perdita parziale o totale del capitale investito (esempio bail-in).

Gli eventuali rendimenti potrebbero essere ridotti da commissioni, imposte o altri oneri a carico dell’investitore. 

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

Vontobel quota un nuovo certificato attivo ESG

Administrator

Banca IMI 27 nuovi Certificati Bonus Cap

Administrator

BNP Paribas emette Certificati Memory Cash Collect ESG

Administrator