TrendAndTrading.it
Image default

Su le importazioni oro in Cina; G20 tra questione siriana e tapering

Il prezzo dell’oro Good delivery è risalito al livello di chiusura della scorsa settimana di $1395 all’oncia giovedì mattina, ribaltando il crollo dell’1% avvenuto durante la notte mentre i mercati azionari asiatici salivano e quelli europei rimanevano invariati…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Analisi a cura di BullionVault


Le banche centrali di Giappone, UK e Europa hanno mantenuto invariata la politica monetaria ai meeting mensili di oggi.
Il prezzo dell’argento nel frattempo ha seguito l’oro salendo al livello di chiusura della scorsa settimana, dopo il calo dell’1,5% avvenuto durante la notte, a $23,50 all’oncia.
“La Cina sta vedendo robuste vendite di oro quest’anno” dichiara Duan Shiua della Shanghai Leading Investmen Management, commentando oggi a Bloomberg i dati ufficiali delle importazioni di oro della seconda economia mondiale.
“I prezzi alti del mercato domestico in Cina incoraggiano gli importatori.”
I premi sull’oro in Cina, oltre il riferimento che è il prezzo del Fixing londinese, sono stati una media del 2,1% a luglio, secondo Bloomberg.
L’oro in quel mese iniziò una scalata del 20% dal minimo di 3 anni, mentre le importazioni nette di oro fisico verso la Cina e attraverso Hong Kong sono salite a 113,2 tonnellate, il livello più alto da marzo, contro le 101 di giugno.
I contratti di oro fisico al Shanghai Gold Exchange oggi hanno chiuso la giornata allo 0,8% oltre il prezzo spot di Londra. I premi sull’oro fisico in India nel frattempo, la nazione numero 1 per il consumo di oro, sono crollati oggi, secondo quanto riportato dal Business Times di Singapore.
Anche se le importazioni di oro fisico in India potrebbero essere limitate ad appena 300 tonnellate nei prossimi 12 mesi, secondo il Gem & Jewellery Export Promotion Council,  in calo rispetto alle 900 tonnellate del 2012, i premi a Mumbai sono scesi oggi di $5 all’oncia.
Una fornitura non sufficiente e premi alti sull’oro fisico significano anche che “la fornitura dall’oro usato sta crescendo ogni giorno” perché “la gente sta vendendo i propri gioielli, così come monete e lingotti d’oro.”
“Gli investitori stanno vendendo oro in tutta la nazione” dichiara il direttore della Bombay Bullion Association e managing director della Riddhisiddhi Bullions, Prithviraj Kothari. “C’è una crisi di liquidità e la gente sta vendendo e mettendo i soldi in banca. C’è un enorme quantità di oro usato che sta per arrivare sul mercato.”
I premi per l’oro fisico in India sono scesci giovedì a $25 $30 all’oncia, rispetto ai $40 di inizio settimana.
Commentando i piani della Federal Reserve di rallentare a settembre il programma di QE, il primo ministro indiano Singh, prima di raggiungere San Pietroburgo per il G20, ha dichiarato: “Il summit G20 è un momento importante per trovare un clima internazionale che sia di beneficio a tutti.”
È chiaro che a tener banco al G20 sarà la disputa tra Russia e Stati Uniti sull’attacco chimico siriano sui civili avvenuto due settimane fa.
Nel frattempo il prezzo del greggio è salito di mezzo punto percentuale giovedì mattina, portando il Brent a $115 al barile.

 

Fonte: BullionVault

Articoli Simili

Oro e Argento : ORO ($) Posizioni lunghe sopra 1211,00

Administrator

Petrolio : Pivot point 55,80

Administrator

Petrolio : La tendenza resta al rialzo

Administrator