TrendAndTrading.it

Tassi d’interesse britannici bloccati

Sterlina

Oggi la Banca d’Inghilterra non potrà far altro che mantenere il suo tasso di riferimento, invariato dall’agosto del 2018. …

By Vincent Mivelaz – SwissQuote


Dopo il voto di sfiducia di martedì scorso e i negoziati convincenti con l’UE relativi al “backstop” irlandese, la BoE non interverrà.

L’inflazione ha subito una moderata accelerazione a novembre, l’IPC annuo e mensile si è attestato al 2,30% e allo 0,20% (precedente: 2,40%, 0,10%).

Lo scenario che prevede un accordo sulla Brexit, mentre mancano meno di 100 giorni all’attuale scadenza, non fornisce alla banca centrale spazio di manovra sufficiente, perché le eventualità che ci sia o meno un accordo avrebbero effetti completamente diversi sull’economia britannica.

La sterlina britannica, che si è sostanzialmente ripresa dal rialzo del tasso accomodante di ieri da parte della Fed, dovrebbe indebolirsi ulteriormente, perché in queste circostanze la politica monetaria rimane paralizzata.

Al momento il cable scambia a 1,2682 (anno corrente: -6,06%), in rialzo dello 0,36% dal rialzo della Fed di ieri. Nel breve termine, la coppia GBP/USD dovrebbe scendere dopo l’annuncio della BoE, dirigendosi verso 1,2605.

Fonte: TrenAndTrading.it

Articoli Simili

JPY su in vista del taglio del tasso della Fed

Administrator

BCE. Tutti gli occhi puntati su Draghi

Administrator

FED attenzione puntata

Administrator