TrendAndTrading.it

Tassi negativi della BCE in primo piano

BCE

SwissQuote: Tassi negativi della BCE in primo piano. Dopo la notizia del licenziamento di 1.600 dipendenti di una grande banca francese, è tornata in primo piano la questione dell’effetto dei tassi d’interesse negativi sui bilanci delle banche……….

By Peter Rosenstreich – SwissQuote


La discussione sui tassi negativi sarà l’argomento principale della riunione della BCE di questa settimana. A marzo, il comunicato accomodante della BCE e le apprensioni dei membri sull’impatto negativo dei rendimenti bassi avevano colpito duramente le azioni del settore bancario.

Anche se è difficile identificare i motivi per cui questi licenziamenti sono necessari, i margini ridotti delle banche sugli interessi e il calo della profittabilità dovuta ai tassi bassi non sono di certo d’aiuto.

Possibili soluzioni per ridurre l’impatto, fra cui i livelli di riserva differenziati, si scontrano con un comitato diviso.

È inoltre improbabile che dalla riunione di politica monetaria della BCE di questa settimana arrivi una soluzione.

Alla conferenza stampa di marzo, Draghi ha parlato di “possibili misure in grado di preservare le implicazioni favorevoli dei tassi negativi per l’economia, mitigandone gli effetti collaterali”.

Noi ci concentreremo sull’opinione del presidente

Draghi circa tassi differenziati sulle riserve, che costituirebbero un fattore leggermente positivo per i mercati finanziari dell’Eurozona.

Da una parte, tali riserve differenziate significherebbero maggiore redditività delle banche, ma suggerirebbero anche una fase più lunga di tassi negativi.

Dopo la riunione di marzo, quando la BCE ha introdotto le TLTRO III e annunciato delle modifiche alla forward guidance, non ci aspettiamo nuove misure.

La BCE ha fornito un’impostazione accomodante, attraverso una revisione al ribasso delle previsioni economiche e d’inflazione, indicando che sono improbabili altre sorprese accomodanti.

I mercati dei tassi hanno già iniziato a mettere in conto un taglio del tasso d’interesse della BCE.

L’aumento dei rischi al ribasso percepiti farà accelerare l’appiattimento della curva dei rendimenti della BCE, indebolendo ulteriormente l’EUR.

La ripresa dell’EUR/USD è stata debole e avrebbe bisogno di una pausa sopra quota 1,1289 per estendere il tono rialzista.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

GBP sull’ottovolante ribassista

Administrator

Forex attesa sui mercati

Administrator

RBA: i dati avvalorano un taglio del tasso a dicembre

Administrator