TrendAndTrading.it

TB: L’ FTSE MIB e la riforma costituzionale

Nel nostro FTSE MIB c’è una forte componente di titoli bancari che sono sensibili anche alle difficoltà, se non ai fallimenti, di ben sette banche nell’ ultimo anno…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Come tutti possiamo notare a nessuna delle 4 banche, a cui fu applicata la legge di risoluzione nel novembre 2015, è stata data adeguatamente ricapitalizzata come era stato promesso e pianificato.

Inoltre nessuna della 7 banche in difficoltà è stata ancora fusa con altre banche per ricercare maggiore efficienza, certo si stanno pianificando aumenti di capitale senza avere una certezza di soci disposti a rischiare.

Tutto questo come dimostra il grafico deprime l’ FTSE MIB mentre ci sono diversi personaggi che invitano a votare SI ad una riforma costituzionale che per primi essi riconoscono lacunosa ed inadeguata.

Sottolineo che la riforma viene proposta da chi non è riuscito a risolvere il problema delle 7 banche in difficoltà e che viene dichiarata lacunosa anche da chi la sostiene.

A proposito della credibilità di chi propone ricordo che quando i nostri cari politici proposero l’ istituzione delle regioni ci promisero anche l’ abolizione successiva delle province che continuano ed esistere e che a volte creano conflitti di competenza con altri organismi dello stato, vedi il recente crollo del ponte vicino a Lecco.

Sia che vinca il SI oppure il NO lo Stato non diventerà più efficiente quindi è tutto sbagliato ed è tutto da rifare compresa la gestione della crisi bancaria.

 

 

Autore: Trend di Borsa

Articoli Simili

GOLD 18 Settembre 2019

Administrator

DAX Pivot point (livello di invalidazione): 12449,00

Administrator

EUROSTOXX 50 17 Settembre 2019

Administrator