TrendAndTrading.it

Titoli azionario italia: impostazione tecnica

0 scacchi

Dopo l’acquisto di Luxottica effettuato ieri, nel nostro portafoglio azionario figurano 9 dei 10 titoli più capitalizzati del listino, tutti riacquistati progressivamente a partire dal 3 gennaio dopo che, prima delle feste di Natale, avevamo provveduto a “monetizzare” le posizioni impostate da metà novembre 2012….


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Resta esclusa dal portafoglio (per ora) solo Generali, che pur essendo tornata ieri in area-supporti non ha ancora fornito segnali chiari di ripresa imminente degli acquisti. Già dalle prossime ore ci sono a mio avviso le condizioni per la ripartenza al rialzo di Luxottica, Snam, Tenaris, Telecom e Unicredit, mentre su Enel, Eni, Intesa e Saipem rimane la possibilità di un ulteriore avvicinamento ai rispettivi supporti prima che scatti una reazione.

Di seguito riporto il consueto riassunto al quadro tecnico titolo per titolo, con i livelli aggiornati alla chiusura daily di ieri, mercoledì 16/01/13.

Enel [last 3.202 ; -1.42%] : Nessuna variazione allo scenario rialzista che stiamo seguendo dal 03/01/13. Confermiamo a 3.160/170 e 3.110/3.125 i supporti di breve periodo, punti di probabile ripresa degli acquisti in caso di avvicinamenti dei prezzi entro la fine della settimana. Anche le resistenze restano fissate a 3.265/270 e 3.330/3.335. Solo in presenza di una chiusura daily inferiore al secondo supporto dovremmo interrompere l’operatività rialzista vigente, finalizzata come noto a seguire un allargamento del rialzo nel medio periodo fino a 3.46/49 (target principale). Ancora acquistabile in caso di riavvicinamento ai supporti.

Eni [last 19.31 ; 0.00%] : Nessuna variazione di rilievo allo scenario di estensione rialzista introdotto il 03/01/13. I prezzi hanno raggiunto con i massimi di giovedì/venerdì scorsi la fascia di resistenza intermedia posta tra 19.40/19.50, da cui come da attese sono stati per il momento respinti. Ciononostante, le aspettative rimangono di ripresa del rialzo fino ad obiettivi confermati a 20.10/20.20 e successivamente 20.85/21.05 (target principale). I supporti più vicini sono confermati non prima di 18.65/18.75 ed a 18.30/18.40, punti di rimbalzo in caso di riavvicinamenti, con stop allo scenario in chiusura su grafico a 30 minuti inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile in caso di riavvicinamento ai supporti.

Generali [last 13.80 ; -1.29%] : i supporti principali su questo titolo vanno regolati da oggi a 13.70/75 e 13.55, il primo dei quali intercettato con i minimi di ieri. Restiamo in attesa della formazione di segnali (ora assenti) di ripresa degli acquisti dai supporti stessi, che ci potrebbero consentire di impostare posizioni long fin dai prossimi giorni. La resistenza più vicina va regolata oggi a 14.05/14.10. Rimaniamo in osservazione.

Intesa [last 1.465 ; -2.07%] : la flessione di ieri non ha compromesso le aspettative di prosecuzione del rialzo nel medio periodo, come da scenario che stiamo seguendo dall’ 08/01/13. I supporti principali di breve periodo sono confermati non prima di 1.385/390 e 1.370/375, punti di potenziale ripresa degli acquisti in caso di riavvicinamenti. Le aspettative sono ancora di allargamento degli acquisti fino a 1.635/1.650, passando per un target intermedio a 1.550/560. Stop allo scenario rialzista in chiusura daily inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile in caso di riavvicinamenti ai supporti.

Luxottica [last 33.11 ; -0.18%] : il titolo ha raggiunto anche ieri nuovi massimi assoluti a 33.20 senza fonrire alcun segnale di esaurimento della spinta al rialzo. Confermiamo nuovi obiettivi rialzisti di medio/lungo periodo a 35.30/35.40 (il principale) ed eventualmente 35.70/75, raggiungibili passando per un primo target intermedio a 33.95/34.00 da cui potrebbero scattare provvisori arretramenti in fase di risalita. I supporti principali a sostegno dello scenario sono confermati a 32.40/32.55 ed a 31.70/31.80, e costituiranno altrettanti punti di probabile ripresa del rialzo in caso di riavvicinamenti nelle prossime 2-4 giornate. Stop allo scenario in chiusura daily inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile sia a mercato che sfruttando eventuali ritorni sui supporti.

Saipem [last 31.25 ; 0.00%] : Nessuna variazione alle aspettative di recupero di cui all’analisi del 03/01/13. Il supporto più vicino per la settimana in corso è confermato a 30.40/30.50, mentre il principale resta fissato non prima di 29.60/65, punti di probabile ripresa degli acquisti in caso di arretramenti. I prezzi stanno tentando di consolidare la rottura dell’ex resistenza a 31.10/15, per puntare alle note proiezioni rialziste di quota 31.70 (obiettivo più vicino) e successivamente 32.55/70 (target principale). Stop allo scenario in chiusura su grafico daily inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile in caso di riavvicinamento ai supporti.  

Snam [last 3.616 ; -0.44%] : Non ci sono variazioni da apportare allo scenario rialzista di medio/lungo periodo che stiamo seguendo dal 03/01/13 scorso. Confermiamo a 3.575/585 ed a 3.500/510 i supporti di breve periodo, altrettanti potenziali punti di ripresa degli acquisti in caso di arretramenti nelle prossime 2-4 giornate. Le aspettative sono di rottura “definitiva” delle resistenze poste adeso a 3.650 e 3.695, da cui potrebbero comunque scattare ancora provvisori arretramenti in fase di recupero. Il target rialzista principale è confermato a 3.775/795. Stop allo scenario rialzista in chiusura daily inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile sia a mercato che in caso di riavvicinamento ai supporti.

Telecom [last 0.7470 ; +0.20%] : nessuna variazione allo scenario di espansione rialzista introdotto con l’analisi del 10/01/13. Ci sono le condizioni per una ripresa continuativa degli acquisti con obiettivo principale a 0.8370/8450, raggiungibile passando per un primo obiettivo intermedio a 0.7885/0.7955. I supporti a sostegno dello scenario, punti di rimbalzo in caso di arretramenti, sono confermati per questa settimana a 0.735 (intercettato con i minimi di ieri) ed a 0.713/715, punti di probabile ripresa degli acquisti in caso di arretramenti. Valuteremo con le prossime analisi se considerare interrotto lo scenario rialzista solo in caso di cedimento in chiusura daily del secondo supporto. Ancora acquistabile sia a mercato che in caso di arretramento sui supporti.

Tenaris [last 15.55 ; +1.63%] : dopo aver intercettato con i minimi di martedì scorso i supporti principali di area 15.00/15.20, il titolo ha recuperato rapidamente terreno come da attese, consentendoci di alzare il supporto più vicino a 15.30. Il supporto principale resta fissato invece a 15.00. Entrambi costituiranno punti di probabile ripresa degli acquisti in caso di nuovi arretramenti, in seno al contesto di ripresa del rialzo che stiamo seguendo dal 03/01.  Le resistenze più vicine sono regolabili da oggi a 15.55 (già sotto pressione da ieri) ed a 15.85/15.90, punti da cui potrebbero ancora scattare provvisori arretramenti in fase di recupero. Il target di lungo periodo è confermato a 17.65. Stop allo scenario in chiusura daily inferiore al secondo supporto. Ancora acquistabile sia a mercato che in caso di riavvicinamento ai supporti.

Unicredit [last 4.238 ; -1.72%] : sempre intatto lo scenario di estensione rialzista di cui all’analisi del 10/01/13. Confermiamo a 4.65/4.70 il target principale già attivo. I supporti più vicini a sostegno del rialzo sono confermati anch’essi a 4.165 (intercettato con i minimi di ieri) ed a 4.03/05, potenziali punti di ripresa degli acquisti in caso di arretramenti nella prima parte della settimana. Valuteremo se considerare interrotto lo scenario rialzista (con le prossime analisi) solo in caso di cedimento del secondo supporto in chiusura daily. Ancora acquistabile sia a mercato che in caso di riavvicinamento ai supporti.

Fonte: Borseggiando

Articoli Simili

Unicredit : Trading di brevissimo

Administrator

Bayer non ha ancora ripristinato una tendenza rialzista

Administrator

Banca Ifis – abbassate le resistenze di tendenza

Administrator