TrendAndTrading.it
Image default

Unicredit: Si mostra positivo il quadro di medio periodo

TREND DI MEDIO: POSITIVO: Si mostra positivo il quadro di medio periodo: dal doppio minimo di luglio 2012 a quota 2.25 euro, infatti, le quotazioni del titolo bancario sono salite fino agli attuali 6.15  euro, sostenuti dalla trendline passante attualmente per i 4.35. Con il….


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


nuovo anno i prezzi, violando i 5.45, hanno negato  la trendline discendente di lungo periodo tracciabile dal massimo strutturale di maggio 2007 a quota 43 euro. Il trend positivo di medio si colloca quindi ora all’interno di un contesto neutrale di lungo periodo, e muterebbe anch’esso in neutrale solo con la perdita dei 4.50.
TREND DI BREVE: POSITIVO
Anche limitando l’indagine agli ultimi mesi il titolo bancario esprime una tendenza positiva. Dallo scorso luglio i corsi sono cresciuti guidati da una trendline molto inclinata, negata da una fase laterale dei prezzi durante l’autunno. Tuttavia la ripresa delle ultime settimane ha spinto con forza  le quotazioni fino ad area 6.15 euro, confermando così la tendenza positiva nel breve. Come anticipato dall’RSI in forte ipercomprato nei giorni scorsi, il titolo ha nelle ultime sedute debolmente ritracciato posizionandosi poco sotto i  6 euro. La rottura dei minimi relativi a 5 euro potrebbe far perdere validità al trend di breve e aprirebbe la strada a posizioni short con target sulla trendline di medio, ma lo scenario che appare più probabile è la violazione del massimo relativo a 7 euro da sfruttare adottando strategie d’acquisto.

STRATEGIA OPERATIVA:
BUY : UP
LIVELLO: 7,084 
TARGET 1: 7,925 
TARGET 2: 8,204 
STOP LOSS: 6,524

Entrare long alla violazione di 7.084 con primo target a 7.925 e secondo a 8.204. Stop loss a 6.524. 

Fonte: RBS

Articoli Simili

Trading di brevissimo: Stm e Tenaris

Administrator

Fca: accordo per la vendita di Magneti Marelli

Administrator

Banche italiane: cosa succede al settore core di Piazza Affari

Administrator