TrendAndTrading.it

UT: Analisi Mercati: Attenti ai supporti, EURO e STERLINA in correzione. Gli azionari con i riflettori accesi sull’Eurogruppo

DOLLARI ETF Invesco

Riflettori accesi nel corso della giornata sul vertice dell’Eurogruppo. A tenere banco nel corso del meeting sarà ancora una volta l’argomento Cipro con il possibile innalzamento del piano di aiuti all’Isola…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


per un ammontare superiore a quanto previsto nel piano di salvataggio e il prolungamento dei piani di bailout per quanto riguarda il Portogallo e l’Irlanda. Temi da seguire come abbiamo detto con attenzione poiché potrebbero determinare significativi movimenti sui mercati finanziari che questa mattina cominciano a dare segnali di rilievo soprattutto in riferimento ad alcune valute.

EURUSD1104

In primo piano ancora una volta la coppia EURUSD che dopo aver testato la resistenza a 1.3137 non è riuscita ad ottenere una adeguata spinta propulsiva per raggiungere l’importante livello di prezzo in area 1.3163 (ritracciamento Fibonacci 50%). E’ evidente, anche dal punto di vista grafico osservando i movimenti su dinamica temporale a 4 ore, come la fase di consolidamento in atto possa nuovamente spingere la coppia sul livello Fibo 38.2  in area 1.3045 considerando tale soglia statica come miglior punto di equilibrio tra compratori e venditori e considerando pure la formazione di una chiara  divergenza ribassista. Tale supporto statico è il primo livello gerarchico da tenere sotto osservazione per valutare, in caso di rimbalzo tecnico,  l’apertura di posizioni al rialzo o contrarie in uno scenario decisamente ribassista. Ulteriori perforazioni porterebbero il pair  a testare i supporti in area 1.3015 e 1.2970. La ripresa del trend al rialzo si paleserebbe in modo più determinante solo attraverso il superamento del livello di prezzo indicato a 1,3170. Al di là di quanto potrà accadere in questa ultima seduta d’ottava, possiamo considerare sul fronte macroeconomico l’incidenza delle news in rapporto alla pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo in Spagna e in Italia, nonché dell’indice di produzione industriale in area Euro.

Sempre sul fronte delle valute, uno sguardo d’insieme al Cable che rispetto a quanto previsto nel report di ieri, ha risposto in modo millimetrico alle sollecitazioni del mercato che hanno spinto la sterlina a toccare la resistenza evidenziata sul grafico a 1.5411. Avevamo fra l’altro,  nel corso delle nostre osservazioni, annotato il fatto che il cable pur non vivendo momenti di forte emotività, peraltro poco condizionato dalle notizie sul fronte economico, sembra aver superato la fase ribassista.  Condizione quest’ultima  che prenderebbe maggior forma con una  proiezione al rialzo verso l’area resistenziale a 1.5446 e in ulteriore spinta a 1.5460.

Ciò che è importante considerare in questo  momento è la palese decorrelazione esistente tra i vari mercati : indici azionari, valute e commodities currencies. Il dollaro australiano nella sua estrema forza e dinamicità ha violato i massimi risalenti al gennaio scorso nonostante la pubblicazione dei dati negativi sulla disoccupazione. Attualmente l’Aussie, come era prevedibile, ha intrapreso una fase correttiva ripiegando in area 1.05430,  movimento che asseconda le logiche degli investitori attivando azioni  di scarico e di contestuali prese di profitto. Il sentiment dei mercati rispetto all’australiano risultano essere tendenzialmente “bullish” confermando l’ipotesi che il massimo di 1.05956  potrebbe essere agevolmente raggiunto nel breve periodo. In questa situazione a beneficiarne sarebbero i mercati azionari.

DAX1104

Quale più diretto e immediato riflesso il DAX che si muove molto spesso in perfetta sintonia con l’Aussie, il cui andamento fornisce solitamente elementi di maggiore chiarezza sull’andamento tendenziale nel quadro intermarket. L’indice tedesco si sta dirigendo nuovamente verso il supporto statico a 7790. Nel corso della giornata potremmo assistere ad ulteriori movimenti direzionali verso il basso considerando l’andamento generale dei listini azionari che fino a questo momento offrono indicazioni decisamente ribassiste.

eubundjun13h4

In decorrelazione assistiamo ad una marcata ripresa dell’obbligazionario tedesco, il BUND che ovviamente risente della minore  propensione al rischio da parte degli investitori con spostamenti di masse fluide di capitali verso i beni rifugio. Oro e argento, in questo caso rappresentano la dimostrazione concreta di un andamento quasi isterico dei mercati, oggi più che mai sensibili alle news macroeconomiche, e molto meno alle logiche di trasferimento degli investimenti. I due metalli sono decisamente al ribasso, con l’oro in rapida discesa sull’area supportiva a 1548 e l’argento destinato a testare al ribasso il supporto a 27.241.

 

Onofrio D’Alesio

Ufficio Studi Uptrend Advisory

Fonte: UPTrend

 

Articoli Simili

EUR USD La tendenza resta al rialzo

Administrator

EUR USD 1,1100 previsti Pivot point 1,1065

Administrator

EURO DOLLARO medio/lungo periodo 17 Ottobre 2019

Administrator