TrendAndTrading.it

UT: Euro, Sterlina e Yen: la forza del dollaro contro la debolezza del mondo

DOLLARI ETF Invesco

Quello di oggi potrebbe essere considerato come il greenback day, ovvero il giorno del dollaro americano…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


La marcata tonicità del biglietto verde, evidenziata sul grafico del cross USDJPY dove è possibile osservare uno spike di oltre 250 basis point, è stata sostenuta a partire dalle primissime ore del mattino, dall’indebolimento dello yen per effetto delle decisioni della Banca del Giappone che, confermando l’attuale tasso d’interesse allo 0,10 %, ha annunciato l’introduzione del programma di allentamento monetario prevedendo l’aumento dell’acquisto dei titoli di stato giapponesi JGB.

USDJPY1

 

Il ‘quantitative easing” si pone come obiettivo il bilanciamento dell’inflazione entro i prossimi due anni in un quadro di progressivo rilancio dell’economia giapponese che negli ultimi mesi ha mostrato primi segnali di cedimento. La banca centrale nipponica oltre ad intensificare l’acquisto di titoli di Stato ha previsto anche l’aumento della durata da 3 a 7 anni. Il cambio dollaro-yen, dopo aver compiuto un balzo di oltre due figure e mezzo, ha toccato il livello di resistenza in area 95.55.

Lecito ipotizzare nel corso della seduta odierna un fisiologica fase di correzione che riporti il pair su livelli di prezzo compresi fra 94.90 e 95.10. In caso di ulteriori sollecitazioni all’acquisto, è possibile immaginare quale potenziale target il livello di prezzo in area 95.97. Situazione perfettamente speculare sul grafico temporale a 4 ore per quanto riguarda l’euro il cui apprezzamento contro lo yen è andato oltre i 340 basis point fermandosi a quota 122.60.

Per i mercati finanziari sarà, lo ripetiamo, una giornata cruciale, condizionata dalle news economiche e dagli appuntamenti previsti nelle prossime ore. Sotto pressione ancora una volta Euro e Sterlina, con immaginabili riflessi su indici e titoli azionari. In primo piano l’annuncio del tasso di interesse da parte della Bank of England. Al riguardo non vi sono particolari aspettative poiché la maggior parte degli economisti ritengono che non vi sarà alcun cambiamento nella polita monetaria della BoE prima di luglio, mese in cui è previsto l’insediamento del nuovo governatore della banca centrale Mark Craney.

Gli analisti non escludono però la possibilità di un’espansione del programma di acquisto di asset subito dopo la pubblicazione dei dati preliminari del PIL relativo al primo trimestre dell’anno. La sterlina potrebbe subire ulteriori pressioni in presenza di ulteriori segnali di contrazione nell’economia del Regno Unito. Momento cruciale della giornata l’attesa relazione della BCE e le decisioni relative al tasso di interesse. Nonostante l’ulteriore deterioramento della situazione economica della zona euro legata a doppio filo alle vicende di Cipro e alla caotica situazione politica italiana la BCE, si prevede la conferma, almeno per il mese corrente, dell’attuale tasso d’interesse con una ulteriore iniezione di liquidità nel sistema bancario. Vedremo cosa ci aspetta e soprattutto come reagiranno i mercati. Una proficua giornata per chi trada sulle news.

Onofrio D’Alesio

Ufficio Studi Uptrend Advisory

 

 

Fonte: UPTrend

 

Articoli Simili

EUR USD Resistenza chiave a breve termine a 1,1030

Administrator

EUR USD Tendenza al rialzo sopra 1,1065

Administrator

EUR USD Continuazione del rebound Pivot point 1,1035

Administrator