TrendAndTrading.it

UT: Trading opportunities EurGbp, Oil, Bund

occhiali

La ricerca di buone opportunità di investimento è in assoluto una delle attività più importanti della vita di un trader, sia perchè le buone o cattive intuizioni che ne deriveranno si ripercuoteranno immediatamente sul nostro patrimonio, ……..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


sia perchè l’analisi e lo screening dei diversi titoli “preferiti” ci porterà ad effettuare seppur indirettamente una completa analisi intermarket che, come sappiamo, è un processo preventivo al puro trading che molto spesso è trascurato e che invece ci restituisce una informazione importantissima sulle prospettive dei mercati.

E’ solo dopo una attenta analisi intermarket, infatti, che potremo decidere la direzione più probabile delle nostre future operazioni, cosa che ci permetterà di impostare la nostra operatività (automatizzata e non) su interventi solo al rialzo (ONLY LONG) o solo al ribasso (ONLY SHORT) anche sulle dinamiche temporali più brevi e quindi più vulnerabili nelle fasi di lateralità che inevitabilmente interessano i mercati.

Dopo un ciclo così prolungato di rialzi, infatti, la lateralità potrebbe ritornare a presentarsi, caratterizzando la fase di assestamento che fisiologicamente segue le fasi di profonda tendenza che hanno caratterizzato il recente andamento dei mercati.

Il migliore metodo per filtare la lateralità? Posizionarsi solo su una possibile direzione del mercato ed evitare di raddoppiare gli errori e le perdite quando i mercati tirano il fiato…

Bene, passiamo quindi ad analizzare quelle configurazioni tecnico-grafiche che hanno attirato la nostra attenzione nell’ottica di potenziali livelli di inversione rispetto alla direzione in essere; in partica stiamo cercando di intercettare eventuali punti di esaurimento delle tendenze in atto al fine, se possibile, di inserirci prontamente in caso di decisa inversione delle tendenze in atto.


 

OIL – potenziale SHORT su violazione supporto dinamico in area 96.00

oil3001

Commento tecnico: nelle nostre ultime analisi sul petrolio risalenti a novembre e dicembre dell’anno passato ( PETROLIO DA COMPRARE? – PANORAMICA MERCATI: OIL E GOLD DA COMPRARE? ) segnalavamo con buona precisione la partenza di una potenziale fase rialzista che poi, oggettivamente, è andata ben oltre i livelli di targte ipotizzati…

La dinamica rialzista del petrolio, infatti, si sta sviluppando senza nessuna pausa o fase di consolidamento, avvalorando l’ipotesi che le attuali fasi di mercato sono assolutamente eccezionali e rappresentano un’ottima opportunità per chi, come noi, è un convinto sostenitore delle tecniche “trend following”. Peraltro, la storia ci insegna che quando il dollaro si svaluta, gli arabi non stanno a guardare e, magicamente, il prezzo del barile sale anche se l’economia reale e i consumi non stanno certamente facendo faville…

Graficamente evidenziamo il supporto dinamico in area 96/96.50 che sostiene la dinamica ascendente in atto, alla cui violazione la chiusura di posizioni long e la contestuale apertura di posizioni al ribasso apparirebbe più che logica. Dal punto di vista operativo una eventuale chiusura sotto questo livello dinamico potrebbe generare un brusco arretramento verso area 95 e successivamente 92.50 che rappresentano i primi supporti statici in rapida successione.


 

EURGBP – SHORT su tenuta resistenza dinamica area 0.86 

 

eurgbp3001

 

Commento tecnico: per “individuare” questa potenziale configurazione ribassista, siamo dovuti ricorrere a un grafico basato su una inusuale dinamica settimanale, probabilmente la più adatta a rappresentare l’importanza del test di area 0.86 che proprio questa mattina è stato completato con successo.

Le conseguenze di un eventuale funzionamento di questo livello di resistenza sarebbero ovviamente interessantissime sia in ottica puramente speculativa (SHORT EURGBP), che per le ovvie ripercussioni che potremmo osservare su dei rapporti di cambio come EURUSD e GBPUSD far i quali, sino ad oggi, ha decisamente prevalso l’euro. Operativamente si potrebbe quindi ipotizzare un ingresso short su chiusura daily sotto area 0.86 o, alternativamente, l’apertura di una posizione in “spread trading” (BUY GBPUSD/SELL EURUSD).

In ogni caso, in caso di ribasso primo target in area 0.8250/0.83, mentre l’eventuale violazione di area 0.86 andrebbe utilizzata per chiudere lo short e riposizionarsi al rialzo (stop & reverse long).


 

BUND – BUY LONG su violazione area 141.75

 

bund3001

Commento tecnico: La divergenza rialzista in formazione su dinamica a 4 ore, unitamente ad un potenziale breakout rialzista della prima trendline di resistenza ci portano a ritenere abbastanza probabile un recupero del bund (ed un contestuale storno dei mercati azioanri…) nelle prossime sedute.

Operativamente attenderemo una chiusura sopra area 141.75 per intervenire al rialzo con target a 1.43 punti minimo. Stop loss inderogabile in caso di violazione dei recenti minimi in area 141.40.

In conclusione, un petrolio a prezzi stellari, l’euro che a giudicare dal cambio EURGBP sembra pronto ad indebolirsi ed un Bund pronto a mostrare i muscoli ci portano a ritenere molto probabile la partenza di una fase correttiva/digestiva per Piazza Affari & company, non facciamoci trovare impreparati...

 

Fonte: UPTrend

Bund vs Azionario: 1-0 primo tempo… | Stampa |  E-mail
Mercoledì 14 Novembre 2012 20:23

Dopo il “doppio massimo” quasi perfetto in area 143.50 messo a segno dal BUND nella seduta di ieri, le aspettative per una correzione decisa dello stesso si erano rapidamente tradotte in un contestuale (e logico…) recupero di Piazza Affari, caratterizzato in particolare dall’ottima performance dei principali titoli bancari.

Il deflusso di liquidità dal “porto sicuro BUND” sembrava quindi indirizzarsi decisamente verso i mercati azionari su cui qualcuno ha decisamente giocato di anticipo senza attendere una importantissima conferma grafica, ovvero l’eventuale violazione della prima trendline di supporto dinamico del BUND in area 142.80.

Come visibile sul grafico a seguire, infatti, il test della stessa è avvenuto con assoluta precisione in mattinata senza però che l’auspicata violazione al ribasso si verificasse.

Mancato breakout, quindi, e conseguente arretramento dei mercati azionari dovuto alla frettolosa liquidazione di posizioni long da parte di chi non aveva avuto la pazienza di attendere che le diverse variabili in gioco fossero confermate.

bund1411

Dal punto di vista operativo quanto avvenuto è di particolare rilevanza, in quanto sancisce la validità del supporto dinamico evidenziato (attualmente in area 142.80…), cosa che ci permetterà di poter seguire un validissimo riferimento tecnico-grafico alla cui aventuale violazione (e non prima…) sarà più che logico riposizionarsi al rialzo senza troppi tentennamenti sui principali titoli azionari solitamente oggetto delle nostre analisi.

Quanto ad una rapida panoramica sui primi dieci titoli del nostro listino, quelli graficamente più interessanti ci sono parsi quelli caratterizzati dalla presenza di una divergenza rialzista e nella fattispecie: ENI, ENEL, INTESA SANPAOLO e TELECOM ITALIA.

eni1411 enel1411 intesa1411 telecom1411

Un rapido accenno, infine, all’andamento del cambio EURGBP su cui abbiamo postato diversi approfondimenti negli ultimi tempi e su cui in mattinata siamo entrati in posizione di spread trading acquistando EURUSD e vendendo in contemporanea GBPUSD per lo stesso controvalore: confidiamo ovviamente in una maggior forza relativa dell’euro rispetto alla sterlina e cercheremo di trarre benefici dal differenziale di rendimento che nei giorni a venire dovrebbe caratterizzare l’andamento di queste due valute.

eurgbp1411

Approfondiremo questa interessante tecnica operativa in un “seminario live” che terremo questo venerdì a TORINO in collaborazione con il broker XTB, che potrebbe essere la giusta occasione per incontrare chi ci segue e vive da quelle parti.

Articoli Simili

EUR USD Resistenza chiave a breve termine a 1,1030

Administrator

EUR USD Tendenza al rialzo sopra 1,1065

Administrator

EUR USD Continuazione del rebound Pivot point 1,1035

Administrator