TrendAndTrading.it

X: Analisi settimanale commodities : Nel lungo termine rimaniamo con un outlook negativo sui metalli industriali.

ORO4

– Riteniamo che la ripresa in Cina possa essere vicina ad esaurirsi e su molti mercati si inizia ad intravedere un crescente surplus (es. rame) cirocstanza che incomincia ad incidere in maniera significativa sui prezzi di mercato…

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Analisi
Il brent ha proseguito nuovamente nelle ultime sedute la sua tendenza ribassista iniziata dai massimi di periodo area 118, livelli testati a metà del mese di febbraio e da cui è partito questo forte movimento discendente. Il ribasso delle ultime settimane è da ascrivere, oltre a ragioni tecniche che indicavano chiaramente l’avvicinarsi della fine del rialzo, anche alla situazione dei fondamentali: continuano a salire le scorte detenute di petrolio nelle ultime settimane, facendo conseguentemente calare il prezzo dalla commodity ed inoltre il dollaro prosegue nella sua fase di rafforzamento rispetto a tutti i principali cross valutari, soprattutto rispetto alla moneta unica. Detto ciò molta attenzione dovremo riporla nelle prossime ore al comportamento del sottostante che, proprio con la seduta di ieri, ha raggiunto importantissimi livelli supportivi che potranno definire quantomeno nel breve termine una fase di rimbalzo. I livelli in questione si trovano in area 106.81-107.29 (minimi della seduta di ieri oltre a corrispondere anche ai minimi di periodo, livelli più bassi dal dicembre 2012) supporti che se riusciranno a sostenere l’andamento dell’oro nero configureranno una fase di rialzo nelle prossime sedute. Il primo target lo poniamo a 111.44, resistenza che in prima battuta potrà respingere le velleità rialziste, successivamente riteniamo però che il brent potrà riportarsi fino a 112.73$ al barile. Il Rsi sta definendo una profonda divergenza positiva, ormai da parecchie sedute, evidenziando ulteriormente come il trend ribassista potrebbe essere giunto al termine.

Tutto confermato riguardo la view rialzista sul gold che dopo aver stazionato per qualche giorno in prossimità dell’importante supporto posto a 1558$ l’oncia, livello dove ricordo si è creato un pattern armonico rialzista di ampie dimensioni su timeframe daily, ha ritrovato una nuova spinta rialzista che lo ha riportato sui massimi relativi precedenti dello scorso 26.02. Attualmente, mentre scriviamo, il gold si trova a 1610$ l’oncia, riteniamo che nelle prossime ore il movimento ascendente potrà proseguire raggiungedo così i primi nostri due target stanti a 1625-1636.80, resistenze che in prima battuta potranno respingere il rialzo. In caso di successivo breakout il movimento rialzista potrà in seconda battuta estendersi fino 1661.20. Gli indicatori, sia il Rsi che l’Oscillatore stocastico, stazionano attualmente in area neutrale lasciando così aperta la possibilità per un’ulteriore salita del sottostante.

Il silver, praticamente da inizio marzo, sta definendo un movimento laterale, in uno stretto trading range, con una leggera inclinazione positiva. I supporti chiave sono i medesimi di qualche settimana fa, ovvero posti a 28.37-28.14 livelli che attualmente riescono a sostenere il metallo prezioso ed hanno definito un primo rialzo fino a 29.14. Fin quando i supporti resteranno inviolati rimangano intatte le possibilità di registrare durante le prossime sedute una nuova gamba rialzista che porti il silver al test prima di area 29.65 e successivamente fino a 30.18, vero target del movimento come indicato dal grafico.
Anche in questo caso gli indicatori non forniscono segnali di debolezza, anzi stazionano ancora attualmente nella parte basse dell’area neutrale compresa tra gli estremi di ipercomprato ed ipervenduto; il segnale bullish verrebbe negatosolo in caso di violazione dei minimo di periodo che richiamerebbe nuove vendite sul mercato.

 

 

X Trade Brokers Italia


Discaimer: X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità. 

Fonte: XTB

Articoli Simili

ORO ($) Pivot point (livello di invalidazione): 1509,00

Administrator

PETROLIO (WTI) La tendenza resta al rialzo.

Administrator

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator