TrendAndTrading.it

X: Analisi settimanale commodities – Nuove forti vendite

oro

Il grano sale per il quarto giorno di fila nelle ultime cinque sedute. Questo rialzo è da ascrivere alla scarsa qualità del raccolto, solo il 39% difatti risulta di eccellente qualità.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


I prezzi dello zucchero salgono nelle ultime due settimane portandosi in prossimità dei 20$/lb a causa di cattive notizie provenienti dall’Ucraina dove scende la produzione di barbabietole del 22% a 1.8 milioni di tonnellate

Il caffè ha registrato oggi il minimo da quattro mesi a questa parte in seguito all’aumento della produzione globale, in salita del 9.3%.


 

Dopo aver assistito ad una breve fase di rimbalzo tecnico che ha condotto le quotazioni del brent esattamente al test dell’area di resistenza evidenziata in precedenza posta tra 109.80-110.19 sono riprese, la scorsa ottava, nuove forti vendite sulla commodity che l’hanno così condotta a raggiungere, proprio nella giornata di lunedì, i nostri target ribassisti stanti a 105.81-105.03.

 

Giornata quella di lunedì che potrebbe rivelarsi davvero molto importante per il Brent che potrebbe aver raggiunto importanti minimi di periodo: difatti con il test dei supporti sopra evidenziati, oltre ad essere i nostri target ribassisti, siamo giunti a contatto con livelli che potranno definire la fine del movimento discendente iniziato dai massimi di periodo dello scorso 11.10 che ha configurato un chiaro movimento elliottiano. Nella seconda parte di lunedì e soprattutto durante la giornata di ieri, come evidente dal grafico, si sono configurati massicci acquisti che hanno condotto molto velocemente il brent a raggiungere i primi due nostri target rialzisti posti a 110.36-111.68. Nel breve termine, visto anche la velocità dell’ultimo uptrend riteniamo possano configurarsi delle prese di beneficio, riportare le quotazioni dell’oro nero anche fino a 107.40 da cui riprenderanno nuovamente gli acquisti e definire nuovi massimi raggiungendo così il nostro successivo obiettivo posto a 112.88, possibile target finale del movimento.


 

Possibile assistere ad una fase di rimbalzo anche per le quotazioni del rame che la scorsa ottava hanno registrato ancora una volta forti vendite; dopo il raggiungimento del supporto intermedio posto a 7660 si è configurato un breve rimbalzo tecnico a cui è seguita una nuova discesa che ha portato nella seduta di lunedì a definire nuovi minimi di periodo a 7576. Anche sulla commodity, almeno nel breve termine, sono stati raggiunti importanti supporti che potranno definire nelle prossime giornate una rimbalzo tecnico, già attualmente in corso.

 

Riteniamo difatti si sia concluso almeno una prima parte del movimento direzionale in corso ed ora ci attendiamo una correzione rialzista che potrà riportare il rame a 7891 ed eventualmente fino a 7970, resistenze da cui in seconda battuta ci attendiamo un ritorno delle vendite. Affinchè possa proseguire il rimbalzo delle ultime due sedute sarà tuttavia assolutamente necessario registrare un superamento dei massimi odierni; se così non fosse ripartirebbero immediatamente le vendite sulla commodity industriale, molto negativo sarebbe un cedimento dei minimi di lunedì che causerebbe la definizione di nuovi minimi a 7460 e secondarialmente il copper potrà riportarsi fino ai minimi relativi precedenti della scorsa estate.

 


 

L’oro dai massimi di periodo registrati ad inizio ottobre prossimi all’area psicologica dei 1800$ l’oncia, dopo aver evidenziato una chiara perdita di momentum, ha disegnato nell’ultimo mese un chiaro movimento ribassista che ha condotto l’oro a raggiungere in serie i nostri target ribassisti intermedi posti a 1725-1700 e nella giornata di lunedì il nostro obiettivo finale posto a 1685, livello evidenziato ad inizio dello scorso mese quando le quotazioni stazionavano sui massimi di periodo.

 

Anche in questo caso come già evidenziato sulle altre commodities potremmo aver toccato degli importanti minimi di periodo da cui si è disegnato nelle ultime ore un deciso spunto rialzista. Raggiunti nella seduta di ieri in successione i primi target di brevissimo posti a 1700 (1699.61)-1706.05 e successivamente a 1719.31. Anche sul metallo prezioso visto il forte ipercomprato nel breve termine sarà possibile assistere ad una correzione prima di ripartire nuovamente verso l’alto fino a 1734.08, livello che non è detto rappresenti un target finale del rialzo.

X Trade Brokers Italia


Discaimer: X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità. 

Fonte: XTB

Articoli Simili

ORO ($) Pivot point (livello di invalidazione): 1509,00

Administrator

PETROLIO (WTI) La tendenza resta al rialzo.

Administrator

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator