TrendAndTrading.it

X – Flash news Commodity

oro

L’argento oggi è in calo del 2.2% a 26.91$, tendenza che prosegue da ben cinque giorni con una perdita complessiva pari al 5%…..

 

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


 

Anche l’oro sta registrando una fase ribassista negli ultimi giorni. Il rapporto tra oro argento è aumentato decisamente negli ultimi 22 mesi, circostanza che si configura abitualmente nelle fasi economiche negative.

La banca centrale russa nel corso dell’ultimo mese ha acquistato 15.5 tonnellate di oro per un valore totale di 791 milioni di dollari raddoppiando così le proprie riserve auree negli ultimi cinque anni giunte a 911 tonnellate.

Analisi
Abbiamo registrato una prima parte di settimana positiva per le quotazioni del rame, tuttavia visto il rialzo configuratosi non potevamo escludere fosse in atto la formazione di un semplice movimento correttivo della precendente tendenza ribassista. Circostanza che abbiamo potuto verificare con chiarezza propria durante la seconda parte di ottava: apertura molto negativa nella seduta del 21.06 che ha visto la formazione di un ampio gap down (segnale chiaramente
negativo) che non è stato richiuso e immediatamente ha generato la rottura del livello supportivo fondamentale posto a 7326 che avrebbe portato alla definizione di nuovi minimi di periodo. Così è stato e il giorno seguente, dopo un’ennesima apertura al ribasso (gap di esaurimento) il rame ha definito nuovi minimi di periodo in area 7195. Mercato che però ha immediatamente reagito appoggiandosi, su timeframe H4, sul livello supportivo posto a 7232, segnale che ha permesso un ritorno dei tori sul mercato che sono andati a chiudere immediatamente il gap down formatosi. Ci attendiamo nelle prossime giornate una fase di rimbalzo, con obiettivo che fissiamo in prima battuta a 7473; segnale che confermerebbe la nostra view si avrebbe in caso di superamento della resistenza passante a 7370. Qualora poi i rialzisti avessero la forza di proseguire nel rialzo ulteriore segnale long si avrebbe in caso di breakout dei massimi della scorsa ottava, che condurrebbe le quotazioni del rame al test dei successivi obiettivi posti a 7722-7766.

 

 


 

Oro che come avevamo evidenziato la scorsa settimana mostrava una chiara perdita di forza/momentum nelle ultime sedute del movimento rialzista in atto, segnale che evidenziava la possibilità di una nuova discesa delle quotazioni del bene di rifugio per eccellenza. Nella seduta del 19.06 scorso i rialzisti si sono portati in prossimità dei massimi relativi precedenti (1640) da cui sono iniziate nuove forte vendite che hanno fatto stornare l’oro fino a 1558$ l’oncia. Sicuramente non hanno giovato al movimento ascendente le dichiarazioni di settimana scorsa del numero uno delle Fed Ben Bernake che ha sottolineato che, almeno per il momento, non prevede nuove immissioni di liquidità sul mercato (qe3), notizia che avrebbe sicuramente generato una corsa al bene di rifugio per eccellenza a causa dell’inflazione che una manovra di politica monetaria simile avrebbe generato. Un nuovo segnale rialzista si configurerebbe nelle prossime giornate solo in caso di superamento di 1633.12 che riporterebbe l’oro fino agli obiettivi posti a 1670.51-1678.62. Fino a che questo segnale non si configurerà non escludiamo una prosecuzione della tendenza ribassista in atto con un relativo test del supporto posto a 1550.10 livello dove in caso di formazione di pattern candlestick di indecisione/inversione i rialzisti potrebbero rientrare nuovamente in acquisto.

 


 

Nuovo segnale ribassista configuratosi settimana scorsa sul brent: nonostante un primo segnale di indebolimento della tendenza ribassista in atto, spinning top, registrato su timeframe daily, la violazione del suo relativo minimo ha generato un nuovo brusco scivolone delle quotazioni dell’oro nero che ha definito nuovi minimi in area 88.46. Primo importante segnale di inversione lo abbiamo registrato sul finire proprio della scorsa settimana, difatti il mercato dopo questo nuovo affondo ribassista è riuscito a chiudere l’ottava sopra l’importantissimo supporto posto a 90.42, individuabile su timeframe settimanale, da cui sta
inziando negli ultimi giorni una fase di rimbalzo. Tendenza che a nostro avviso potrà proseguire anche nei prossimi giorni, primo target da fissare a 95.28 dove in caso di raggiungimento ci attenderemmo una successiva fase di ritracciamento; qualora poi i tori dovessero riuscire ad oltrepassare questo ostacolo il movimento ascendente assumerebbe maggiori dimensioni raggiungendo area 103.53.

 

X Trade Brokers Italia


Discaimer: X- Trade Brokers Dom Maklerski non è responsabile di eventuali decisioni di investimento che vengono prese sotto l’influenza delle informazioni ricevuta tramite questa email. Nessuna delle informazioni presenti può essere considerata come una raccomandazione, promessa o garanzia che l’investitore otterrà un profitto o minimizzare i rischi tramite l’utilizzo di informazioni presenti o come un invito ad investire su strumenti finanziari di cui non si ha una conoscenza appropriata.
Le transazioni in CFD sono ad alto rischio e possono causare perdite superiori l’investimento iniziale. Negoziare con le opzioni e contratti a termine richiede conoscenza degli strumenti finanziari e senso di responsabilità. 

Fonte: XTB

Articoli Simili

Oro instabile con i progressi Brexit e Guerra Commerciale

Administrator

ORO ($) Supporto intraday intorno a 1488,00

Administrator

PETROLIO (WTI) Il rialzo prevale

Administrator