TrendAndTrading.it

X-P: ENI: Nuovo stile

PETROLIO greggio

Eni ha superato il test dei conti, con gli analisti che hanno apprezzato la solida generazione di cassa, e si prepara a svelare il nuovo piano strategico…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da TrendandTrading iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Asset & Wealth Management – del 13 febbraio 2015


Per seguire le prossime mosse del colosso petrolifero, Deutsche Bank propone un Eni Bonus Certifi cate con Cap con scadenza fi ssata il 3 settembre 2015. Se entro questa data il titolo Eni non scenderà mai a toccare la barriera, posta a 12,75 euro, l’investitore riceverà il valore nominale di 100 euro più un premio di 13,77 euro. Sul mercato secondario il certificato può essere acquistato a 102,20 euro e pertanto la performance potenziale è pari a circa il 10 per cento in poco più di sei mesi. Sfruttando nelle ultime settimane il mini rimbalzo del petrolio e l’attesa per la nuova strategia, a Piazza Affari il titolo Eni è tornato sopra quota 16 euro, circa 20 punti percentuali sopra il livello barriera. Se entro il 3 settembre l’azione del gruppo guidato da Claudio Descalzi dovesse invece scendere fino a quota 12,75 euro, l’investitore perderà la possibilità di incassare il premio a scadenza. L’investimento potrebbe comunque concludersi positivamente se Eni, dopo essere scivolata fino alla barriera, avesse la forza di riportarsi sopra il valore iniziale fi ssato a 17 euro. In caso contrario l’investitore andrebbe incontro a una perdita del capitale investito.

TREND IN PILLOLE

GRECIA – è proseguito il braccio di ferro tra Atene e Bruxelles dopo l’ultimo Eurogruppo che si è concluso con un nulla di fatto. Il governo ellenico guidato dal premier Alexis Tsipras ha presentato una richiesta di estensione di sei mesi del programma di aiuti, ma a condizioni meno rigorose rispetto al memorandum del 2010 siglato con la Troika.

BANCHE – riflettori ancora puntati a Piazza Affari sulle banche popolari. Una sponda al Governo è arrivata da Bankitalia secondo cui l’abolizione del voto capitario permetterà a questi istituti di competere con le banche europee nell’attirare nuovi investitori. Secondo gli analisti la riforma dovrebbe fornire una spinta al tanto atteso consolidamento del settore.

EDITORIA – Mondadori ha confermato di aver avanzato una proposta non vincolante per l’acquisizione di Rcs Libri. Se l’operazione dovesse andare in porto, nascerebbe un colosso dei libri con in mano una quota del 40 per cento del mercato italiano. Secondo gli analisti il valore della transazione sarebbe compreso tra 120 milioni e 150 milioni di euro.

AUTO – non si arresta la crescita delle immatricolazioni di nuove auto in Europa. A gennaio, secondo i dati Acea, le vendite hanno raggiunto il diciassettesimo rialzo consecutivo salendo del 6,7 per cento e sfi orando il milione di unità. Decisi i miglioramenti registrati in Spagna, dove le vendite di auto sono aumentate del 27,5 per cento, e in Italia (più 10,9 per cento).

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

X-P: Intesa Sanpaolo Appuntamento con i conti

Administrator

X-P: Soia risale e segue la trade war

Administrator

X-P: Indice MSCI Brazil Proseguire sulla linea

Administrator