TrendAndTrading.it
Image default

X-P: FTSE MIB Profilo interessante

FTSE MIB. I timori per le prossime decisioni del governo in merito al bilancio, uniti alle tensioni geopolitiche, hanno fatto scivolare Piazza Affari sui minimi annuali……

 {loadposition notizie}


Articolo tratto da X-press Trends – Deutsche Asset & Wealth Management – del 24 Agosto 2018


Il Bonus Cap su FTSE MIB di Deutsche Bank, con scadenza il prossimo 18 marzo, mostra ancora un profilo interessante. Se entro questa data l’indice non scenderà mai fino alla barriera, posta a 17.885 (minimi da dicembre 2016) e distante oltre il 13 per cento dalle attuali quotazioni, l’investitore otterrà 113,70 euro. Acquistando il prodotto a 102,30 euro la performance potenziale a scadenza è pari all’11,1 per cento. Se invece il FTSE MIB scenderà sotto la barriera, l’investimento si concluderà in positivo solo se l’indice si riporterà sopra il valore iniziale.

A Wall Street è il bull market più lungo. Fuga record degli investitori stranieri dai Btp. Trump minaccia dazi contro auto UE.

> WALL STREET – La Borsa di New York ha eguagliato il mercato rialzista più lungo dalla seconda guerra mondiale a oggi. Un totale di oltre 3.450 giorni senza una correzione superiore al 20 per cento dell’indice S&P 500. Dai minimi del 2009 il mercato Usa è salito del 320 per cento.

> ITALIA – Fuga record degli investitori stranieri dai Btp. Secondo il Financial Times, il debito italiano in mano straniera è sceso a giugno di 38 miliardi. Nel frattempo lo spread Btp-Bund resta in area 270-280 punti base con il rendimento del Btp decennale salito sopra il 3 per cento.

> DAZI – Metteremo una tassa del 25 per cento su ogni auto che arriverà negli Stati Uniti dall’Unione Europea. Parola di Donald Trump durante un discorso in West Virginia nel giorno della condanna dell’ex capo della sua campagna elettorale per finanziamenti illeciti.

> VENEZUELA – Il presidente Nicolas Maduro ha annunciato una serie di drastiche misure nel tentativo disperato di sostenere l’economia, afflitta dall’iperinflazione. Si tratta di una delle più grandi svalutazioni monetarie della storia, nell’ordine del 95 per cento.

Fonte: TrendAndTrading.it

Articoli Simili

Petrolio: Brusca retromarcia

1admin

Oro. Perdere brillantezza

Administrator

Eni – Gioco di sponda

Administrator